Carmelo SS.ma Concezione

Via G.Garibaldi 1

01015 Sutri (VT)

0761/609082

CCP 10351013

 Dove la vita è preghiera 

  • Grey Facebook Icon
  • Grey Google+ Icon
  • Grey Instagram Icon

© 2023 by HARMONY. Proudly created with Wix.com

O Dio, tu sei il mio Dio, all'aurora ti cerco,

ha sete di te l'anima mia,

desidera te la mia carne

in terra arida, assetata, senz'acqua.

Così nel santuario ti ho contemplato,

guardando la tua potenza e la tua gloria.

Poiché il tuo amore vale più della vita,

le mie labbra canteranno la tua lode.

Così ti benedirò per tutta la vita;

nel tuo nome alzerò le mie mani.

Come saziato dai cibi migliori,

con labbra gioiose ti loderà la mia bocca.

Quando nel mio letto di te mi ricordo e penso a te nelle veglie notturne, a te che sei stato il mio aiuto,

esulto di gioia all'ombra delle tue ali.

A te si stringe l'anima mia:

la tua destra mi sostiene.

Sal 63 (62)

La tradizione dell’Ordine dei Fratelli della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo pone Maria, Madre di Gesù Cristo, al centro della vita spirituale personale e comunitaria, come già fecero simbolicamente i primi eremiti carmelitani presenti in Terra Santa nel XIII secolo, dedicandole il nome dell’oratorio quale luogo di preghiera comune.

La Vergine Immacolata, “Signora” di questo luogo, ci invita ad approfondire l'importanza della purezza del cuore inserendoci naturalmente nel flusso dei cercatori di Dio chiamati a servirLo e a lodarLo nella specificità del nostro carisma carmelitano.

La centralità della devozione mariana nella nostra comunità di vita contemplativa è vissuta con la tangibile esperienza della presenza di Maria come Madre e Sorella: ciascuna di noi ha sperimentato nel proprio vissuto umano e spirituale, la Sua materna protezione e testimonia concretamente l’appartenenza alla Sua Verginità Immacolata attraverso l’”abito” chiamato Scapolare Carmelitano.

Lo Scapolare è una veste simbolicamente indossata sotto forma di striscia di stoffa appoggiata sulle scapole e calante su petto e schiena quale segno di servizio e di particolare affidamento alla Madonna che riveste ognuna di noi con la Sua Purezza verginale e redentiva attraverso il manto della Verità quale stato di umiltà e rettitudine della coscienza e della Castità quale stato di umiltà del cuore, della mente e del corpo.

L’affidamento a Maria Immacolata richiede a ciascuna di noi la disponibilità ad una vita orante personale e comunitaria inserita in un concreto contesto di fraternità, attraverso l’impegno nella liturgia corale cantata in stile gregoriano, la preghiera personale silenziosa e solitaria in cella e il lavoro comunitario per il sostentamento interno della comunità, ovvero, la produzione delle ostie e attività che vengono valorizzate in sintonia con i doni naturali che il Signore Dio ha donato a ciascuna sorella.

La vita fraterna fra noi sorelle è segno e fine di una comunione spirituale ed umana radicata nella carità divina, che ha come fonte e sorgente Dio stesso il quale ci ha chiamate ad accoglierci ed aiutarci reciprocamente nella gratuità e serena accettazione delle diversità, mostrando disponibilità al perdono reciproco e alla solidarietà le une verso le altre.

L’accoglienza umana e spirituale è da noi testimoniata davanti al Popolo di Dio tramite uno stile di vita e di preghiera che permette, a coloro che lo desiderano, di pregare nella nostra cappella durante la Liturgia delle Ore, di conoscere ed approfondire il carisma carmelitano e la devozione allo Scapolare carmelitano.

La sola Grazia divina previene e precede la chiamata di ciascuna carmelitana, la quale risponde all’Amato con la scelta di conformarsi alla Sua somma Volontà attraverso la fedeltà ai voti di povertà, castità ed obbedienza, quali promesse fondate nel sacramento del Battesimo e che consentono di rivestire l’anima, che voglia essere sposa di Cristo crocifisso fin da questa terra, della “veste nuziale” che Dio stesso ha preparato per lei fin dall’eternità.

Beato chi hai scelto

perché ti sia vicino,

abiterà nei tuoi atri.

Ci sazieremo dei beni

della tua casa,

delle cose sacre del tuo tempio...

Tu visiti la terra e la disseti

la ricolmi di ricchezze...

Sal 65 (64)